Mostre e musei per tutti n. 86 – Dicembre 2022


LE STANZE DELLE MERAVIGLIE

Mostre e musei per tutti n. 86 – Dicembre 2022


Per ricevere la newsletter: Centro Studi e Ricerche Serafino Zani www.zanihome.it mostremuseipertutti@gmail.com


OCCASIONI D’ARTE DA LOVERE A PISOGNE


La cultura è condivisione. Ce lo ricorda la Galleria dell’Accademia Tadini di Lovere che collabora con altri musei e istituzioni culturali mettendo a disposizione dei curatori di mostre le opere della sua ricca collezione. Negli anni dal 2020 al 2022, nonostante le chiusure di mostre e musei imposte dalla pandemia, ben 8 opere sono uscite dalle raccolte d’arte dell’Accademia Tadini per raggiungere 6 diversi allestimenti espositivi. Lovere è proprio sul confine con il territorio bresciano ed è vicino ad uno degli scrigni dell’arte della nostra provincia. La splendida chiesa di Santa Maria della Neve, a Pisogne, soprannominata la Cappella Sistina del Romanino, autore degli affreschi che ornano pareti e soffitti. La Val Camonica custodisce nelle sue chiese preziose opere d’arte. A questo importante patrimonio il critico Vittorio Sgarbi ha dedicato un libro. Gli scaffali delle biblioteche sono luoghi di piacevoli scoperte per approfondire i temi trattati nelle mostre e conoscere le opere scelte dai curatori per i loro progetti espositivi. Ad esempio nella biblioteca di Pisogne, dove non mancano le pubblicazioni dedicate alla vicina Accademia Tadini, troviamo pagine che descrivono le opere di Canova nelle collezioni del museo di Lovere e uno studio sulla pala Manfron di Paris Bordon. Lo scultore Canova e il pittore Bordon sono rispettivamente protagonisti delle mostre di Bassano del Grappa e di Treviso nelle quali sono esposte opere prestate dall’Accademia Tadini. Nel campo dell’arte c’è sempre tanto da vedere e… da sfogliare!

Per ricevere il podcast dedicato ai recenti prestiti dell’Accademia Tadini scrivere a: mostremuseipertutti@gmail.com


PAGINE DI “TESORI IN VIAGGIO” PER SCOPRIRE LE NUOVE MOSTRE

Ecco alcune delle mostre del momento:

“Mario Sironi. Un racconto dal grande collezionismo italiano”, al Museo civico Villa Bassi Rathgeb (Abano Terme) fino all’8 gennaio;

“Milano: da Romantica a Scapigliata”, al Castello di Novara fino al 12 marzo 2023; “Io Canova, genio europeo”, al Museo civico di Bassano del Grappa fino al 26 febbraio 2022;

“Adelchi-Riccardo Mantovani” e “Focus: Achille Funi (1890-1972). Il volto, il mito”, al Mart di Rovereto fino al 5 febbraio 2023;

“Giotto e il Novecento”, Mart, Rovereto (dall’8 dicembre al 19 marzo 2023).

“Rosalba Carriera, la veneziana che ritrae l’Europa del Settecento“, Casa Museo Paolo e Carolina Zani, Cellatica, fino all’8 gennaio 2023 (*).

“La città del Leone. Brescia nell’Età dei comuni e delle signorie”, mostra al Museo di Santa Giulia di Brescia, fino al 29 gennaio 2023 (*).

“Lo stendardo di Orzinuovi“, mostra sul Foppa, a cura di Roberto Consolandi,  Orzinuovi, fino al 31 marzo 2023 (*).


Per ricevere la versione continuamente aggiornata dell’elenco scrivere a: mostremuseipertutti@gmail.com

(*) I cataloghi di queste mostre sono già, o lo saranno, disponibili presso la Biblioteca Queriniana di Brescia.


NON SOLO ARTE…IN FRANCESE!

L’EGITTOMANIA E LE GRANDI MOSTRE

“Non solo scienza…in francese!” segnala pagine web ad altri contenuti che possono incuriosire chi conosce la lingua dei nostri cugini d’Oltralpe. Ogni volta viene suggerito l’ascolto di podcast in lingua francese. Ecco quelli proposti questo mese: Quando la Valle del Mississipi era francese; L’egittomania e le grandi mostre

L’ultimo podcast è accessibile alla pagina seguente:

https://www.radiofrance.fr/franceculture/podcasts/la-fabrique-de-l-histoire/1967-2019-une-egyptomania-orchestree-par-les-grandes-expositions-5389515

 

Segnalate questa iniziativa ai vostri conoscenti che parlano la lingua francese.


Per ricevere il programma completo di  “Non solo scienza…in francese!” scrivere a: mostremuseipertutti@gmail.com


PROPOSTE CURIOSE E ORIGINALI


“Mostre e Musei per tutti” promuove una serie di originali iniziative che hanno lo scopo di promuovere la conoscenza delle opere d’arte dei musei e di stimolare l’interesse per il patrimonio storico-artistico. Queste proposte nascono in vista dell’importante appuntamento che tra un paio d’anni coinvolgerà le città di Brescia e Bergamo, nominate “Capitali della cultura 2023”.


Tesori in viaggio

https://www.facebook.com/photo/?fbid=4372148552807172&set=gm.1624034427787311

Per ricevere ulteriori dettagli su queste iniziative scrivere a mostremuseipertutti@gmail.com


Lo scaffale dell’arte

https://www.facebook.com/photo/?fbid=4594246273930731&set=gm.4270602559703750


Astronomia dipinta e corsi di astronomia per le guide dei musei d’arte

https://www.facebook.com/photo/?fbid=4564752783546747&set=gm.4241379289292744


Le voci dell’arte

https://www.facebook.com/photo/?fbid=4450989531589740&set=gm.4128568383907169


Concorso “Disegnare la natura”: incontri con gli artisti

https://www.facebook.com/photo/?fbid=4453971534624873&set=gm.1644047209119366


Per ricevere ulteriori dettagli su queste iniziative scrivere a mostremuseipertutti@gmail.com


 UN GIRO TRA LE MOSTRE DEL MOMENTO


Fino all’8 gennaio 2022, Mario Sironi. Un racconto dal grande collezionismo italiano, Museo civico Villa Bassi Rathgeb (Abano Terme)

Fino all’8 gennaio 2023, Le Pietà di Michelangelo. Tre calchi storici per la sala delle Cariatidi, Palazzo Reale, Milano (*) 

Fino al 9 gennaio 2023, Richard Avedon. Relationships, Palazzo Reale, Milano (*) 

Fino al 5 febbraio 2022, Adelchi-Riccardo Mantovani e Focus: Achille Funi (1890-1972). Il volto, il mito, Mart di Rovereto.

Fino al 19 febbraio 2023, Machu Picchu e gli imperi d’oro del Perù, Mudec, Milano.

Fino al 26 febbraio 2022, Io Canova, genio europeo, al Museo civico di Bassano del Grappa.

Fino al 26 febbraio 2023, Max Ernst, Palazzo Reale, Milano (*) 

Fino al 26 febbraio 2023, Depero automatico acrobatico, Palazzo della Ragione, Mantova.

Fino al 26 febbraio 2023, Futurismo. La nascita dell’avanguardia, 1910-1915, Palazzo Zabarella, Padova.

Fino al 12 marzo 2022, Milano: da Romantica a Scapigliata, Castello di Novara.

Fino al 19 marzo 2023, Giotto e il Novecento, Mart, Rovereto (dall’8 dicembre).

(*) Ingresso scontato per i possessori dellabbonamento musei Lombardia.

(**) Ingresso gratuito per i possessori dellabbonamento musei Piemonte (è possibile acquistare l’abbonamento cumulativo Lombardia-Piemonte).


MOSTRE ACCESSIBILI CON L’ABBONAMENTO MUSEI DELLA LOMBARDIA


Fino all’11 dicembre 2023, Canova, novello Fidia, Villa Carlotta, Tremezzina, Como.

Fino all’8 gennaio 2023, Giulio Romano. La forza delle cose, Palazzo Te, Mantova. Dall’8 ottobre.

Fino all’8 gennaio 2023, Pisanello. Il tumulto del mondo, Palazzo Ducale, Mantova. Dal 7 ottobre.

Fino all8 gennaio 2023, La collezione impermanente. Trent’anni Gamec, Galleria Arte Moderna, Bergamo.

Fino all’8 gennaio 2023, Isgrò cancella Brixia, Parco archeologico e Museo di Santa Giulia, Brescia.

Fino all’8 gennaio 2023, Victoria Lomasko. The last soviet artist, Museo di Santa Giulia, Brescia. Dall’11 novembre.

Fino al 29 gennaio 2023, La città del leone. Brescia nell’età dei Comuni e delle Signorie,Parco archeologico di Brescia romana e Museo di Santa Giulia, Brescia.

Fino al 26 febbraio 2023, Liutai italiani del 900, Museo del Violino, Cremona.

Fino al 26 marzo 2023, Dai Medici ai Rothschild – Mecenati, collezionisti, filantropi, Gallerie d’Italia, Milano.

Nota bene: L’Abbonamento Musei Lombardia consente l’accesso gratuito anche nei Musei della Val d’Aosta ed altri siti (ad esempio Castello Sarriod de la Tour, Chiesa di San Lorenzo, Castello di Fénis).


MOSTRE BRESCIANE


Fino al 30 novembre 2022, Carte segrete – Teatro, Visioni, mostra dedicata all’artista e scenografo Daniele Lievi (1954-1990), MuSa, Salò (***).
Inoltre dalla Civica Raccolta del Disegno, mostra NERO. Dal segno alla forma.

Fino all’8 gennaio 2023, Isgrò cancella Brixia, Parco archeologico e Museo di Santa Giulia, Brescia (***).

Fino all’8 gennaio 2023, Victoria Lomasko. The last soviet artist, Museo di Santa Giulia, Brescia (***). Dall’11 novembre.

Fino all’8 gennaio 2023, Rosalba Carriera, la veneziana che ritrae l’Europa del Settecento, Casa Museo Paolo e Carolina Zani, Cellatica. Apertura: 9 settembre.

Fino al 29 gennaio 2023, La città del leone. Brescia nell’età dei Comuni e delle Signorie,Parco archeologico di Brescia romana e Museo di Santa Giulia, Brescia (***). Dal 29 ottobre.

Fino al 26 febbraio 2023, i leoni in marmo di Carrara scolpiti da Domenico Ghidoni accolgono i visitatori davanti all’ingresso della Pinacoteca Tosio-Martinengo (***) 

Fino al 31 marzo 2023, Vincenzo Foppa, Lo Stendardo di Orzinuovi. L’opera della Pinacoteca Tosio verrà esposta ad Orzinuovi (Brescia). Apertura: 24 settembre.

Fino al 31 marzo 2023, San Giovanni Battista e Santo Stefano, due tavole di proprietà di Bper Banca (già Ubi e prima ancora Banco di Brescia che le acquistò nel 1998) sostituiscono lo stendardo di Orzinuovi, Pinacoteca Tosio-Martinengo (***) .

Fino al 14 aprile 2023, Libri in culla. Gli incunaboli della biblioteca Morcelliana, Fondazione Morcelli-Repossi, Chiari.

Fino al 18 giugno 2023, Ritratto di uomo con rosario di Lorenzo Lotto, prestato dal Museo Nivaagaards Malerisamling di Niva (Danimarca), Pinacoteca Tosio-Martinengo (***) .

(***) Ingresso gratuito con l’Abbonamento Musei Lombardia.


 Musei d’arte bresciani: Pinacoteca Tosio-Martinengo, Brescia; Museo di Santa Giulia, Brescia; Museo Diocesano, Brescia; Palazzo Tosio, Brescia (www.ateneo.brescia.it); Collezione Paolo VI – Arte contemporanea, Concesio; Martes, Museo d’arte Sorlini, Calvagese della Riviera; Casa Museo Paolo e Carolina Zani, Cellatica; Museo Lechi di Montichiari; Camus, Breno; Il Vittoriale degli Italiani, Gardone Riviera; Museo di Salò, Salò.


ANTICIPAZIONI


Dal 21 gennaio all’11 giugno, Lotto, Romanino, Moretto e Savoldo, Palazzo Martinengo, Brescia.

Dal 26 gennaio, Cecco del Caravaggio, Accademia Carrara, Bergamo (fino al 4 giugno). (***)

Dal 29 gennaio, apertura del Museo del Risorgimento, Castello di Brescia (***).

Dal 14 febbraio 2023, Giacomo Ceruti pittore europeo, Museo di Santa Giulia  (***).

Dal 24 marzo 2023, Luci della montagna, mostra fotografica nell’ambito del Brescia Photo festival, Museo di Santa Giulia (***).

Dal 29 settembre 2023, Spiriti rapiti. Dubbi e certezze nel Rinascimento a Brescia, Museo di Santa Giulia (***).

2023, Angelo Inganni, Santissima (ex-convento domenicano) e chiesa di San Lorenzo, Gussago.

(***) Ingresso gratuito con l’Abbonamento Musei Lombardia.


INGRESSI GRATUITI


Prima domenica del mese: Musei statali.

Prima domenica del mese: Mart di Rovereto.

Prima domenica del mese (ottobre-maggio), Musei civici, Verona, ingresso 1 euro.


Musei civici di Brescia

Ingresso gratuito, ogni venerdì, alle sale permanenti del Museo di Santa Giulia e alla mostra “La città del Leone” per i residenti e coloro che sono nati nella provincia di Brescia durante tutto il periodo di apertura della mostra “La città del Leone” (fino al 29 gennaio 2022).

Ingresso gratuito nei musei civici di Brescia per i residenti e coloro che sono nati nel capoluogo, di solito, nelle due settimane centrali di agosto e durante le feste natalizie.


MUSEI PER TUTTI: visitate i musei della Lombardia, con l’abbonamento potete accedere ad oltre 150 sedi espositive.

Musei bresciani accessibili con l’abbonamento:  Museo di Santa Giulia, Capitolium, Pinacoteca Tosio-Martinengo, Museo delle Armi di Brescia, Mu.Sa (Museo di Salò); Museo Lechi di Montichiari.


ISCRIVETEVI AL GRUPPO FACEBOOK AMICI ABBONAMENTO MUSEI DELLA LOMBARDIA E ALLA PAGINA FACEBOOK “MOSTRE E MUSEI PER TUTTI”.

L’abbonamento si può sottoscrivere nei principali musei, ad esempio al Museo di Santa Giulia di Brescia (verificare, previa telefonata al numero 0302977833, in quali orari è possibile acquistare l’abbonamento). L’abbonamento musei è disponibile in tre regioni (Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia), coinvolge 420 istituzioni e vanta 150 mila abbonati. www.tesorivicini.it/itinerari-mostre-da-ascoltare/   www.scienzagiovanissimi.it/musei www.parchibresciani.it/musei


La  circolare “Mostre e musei per tutti” è redatta a cura di Loris Ramponi.