ARTE E SCIENZA ONLINE • AGOSTO 2022


Centro Studi e Ricerche Serafino Zani

ARTE E SCIENZA ONLINE  AGOSTO 2022
Abbinato a Informascienza  n. 411

“Arte e scienza online” fa parte del Progetto St.Ar.S. (storia, arte e scienza) dedicato a Franco Rapuzzi, naturalista e fotografo di tesori artistici bresciani al quale è intitolata l’omonima sala del Museo di Scienze Naturali di Brescia.

Info: scienzapertuttinews@gmail.com;   www.zanihome.it
Chi non ha accesso a Facebook può richiedere i testi completi.

calendario_agosto_2022_Arte_e_scienza_online


FINESTRE SUL CIELO: “LACRIME”, CONGIUNZIONI E LA “PRIMA” LUNA

Tutti conoscono le “lacrime di San Lorenzo”. La tradizione associa le stelle cadenti di agosto con la data del martirio del santo. Purtroppo quest’anno la luce della Luna ostacolerà le osservazioni. Questo mese si potranno vedere quasi tutti i pianeti principali. Ad esempio Saturno nella notte tra l’11 e il 12 agosto verrà avvicinato dalla Luna Piena. Invece tra il 14 e il 15 agosto toccherà a Giove. Tra il 28 e il 30 agosto  la “prima” Luna apparirà, sottilissima, tra le luci del crepuscolo serale. I fenomeni astronomici visibili ad occhio nudo vengono segnalati ogni mese attraverso le “Finestre sul cielo” e il “Progetto Cielo”, iniziative destinate rispettivamente al pubblico e alle scuole.

Per ulteriori dettagli e per ricevere la mappa del mese scrivere a: osservatorio@serafinozani.it

E’ possibile chiedere l’aiuto di una guida virtuale.

https://www.facebook.com/photo?fbid=4700754163279941&set=gm.4694723207239041


FAVOLE DEL CIELO: DALLA VALIGIA ALLA VALLE DEL STELLE

Le favole celesti meritano un premio nazionale. E’ quello che è stato aggiudicato al progetto bresciano intitolato “Kamishibai”. Le leggende delle costellazioni ed altre letture recitate sul cielo stellato sono protagoniste di un paio di serata  in programma il 6 e l’11 agosto rispettivamente a Lumezzane e Bovezzo.

Claudio Bontempi, interprete e attore, animatore da molti anni dell’Osservatorio Serafino  Zani, si è aggiudicato il premio Lara Albanese assegnato a Firenze in occasione del 37° Meeting dei Planetari Italiani. Il progetto che ha vinto il premio nazionale si intitola “Kamishibai”. Nell’antico Giappone i cantastorie facevano il giro dei villaggi rappresentando i loro racconti con un teatrino portatile. Da questo spunto è nata “La valigia delle stelle” con la quale si raccontano favole, storie e miti del cielo. I prossimi appuntamenti sono descritti nelle pagine seguenti:

6 agosto 2022, ore 21, Colle San Bernardo, Lumezzane Pieve

https://www.facebook.com/photo/?fbid=5523755027646513&set=p.5523755027646513

11 agosto 2022, ore 20.30, Piazza Rota, Bovezzo. https://www.facebook.com/photo/?fbid=5523756650979684&set=p.5523756650979684

4 settembre 2022, ore 16, via Resolino 4, Brescia

https://www.facebook.com/AssociazioneAmiciDeiParchiEdelleRiserveNaturali/photos/a.775706149176019/5389482891131632/


 Agosto 2022

RADIO St.Ar.S.: storia, arte e scienza da ascoltare

CAVITA’ GHIACCIATE, NAMIBIA DI NOTTE E FARI INFERNALI

Vi invitiamo ad ascoltare le registrazioni di “Radio St.Ar.S.”. Ecco cosa propone il palinsesto di agosto: il buio accomuna i paesaggi dove potremmo immaginare di vedere Lawrence d’Arabia oppure John Wayne (dalle audioguide della serie “Deserti nero pece”) e il ricordo dell’incauto fotografo che in Namibia era uscito dalla tenda, di notte, senza torcia (dalle registrazioni di “Voci dalle cupole”). Sono bastati pochi metri per…perdersi! Alla fauna pleistocenica è invece dedicata una delle conversazioni registrate disponibili nell’”Archivio Roncali”. Il modellino della chiesa che San Domenico regge tra le mani è uno degli spunti preziosi per le guide dei musei d’arte interessate all’itinerario “Astronomia dipinta”. E per finire le immagini di “Not only stars” commentate in lingua inglese, come quella di una cavità interamente rivestita di ghiaccio, e i file audio segnalati nell’ambito dell’iniziativa “Non solo stelle…in francese!”. Ecco quelli suggeriti questo mese: Opere monumentali per scoprire la bellezza del cielo; Dalla cassetta alla storia della posta; Nell’inferno dei fari. Quest’ultimo ci ricorda il titolo di uno dei prossimi testi scelti dal gruppo di lettura “Libri al Museo”, “Gita al faro” di Virginia Woolf.

Il palinsesto di “Radio St.Ar.S.” riguarda argomenti come quelli dei contenuti elencati nel programma mensile “Arte e scienza online”. Si tratta di podcast, audioguide, materiali d’archivio, programmi sonori su temi diversi, anche in altre lingue, interviste, come quelle della serie “Arte e natura ad alta voce”, comprese le registrazioni delle conferenze organizzate dalle associazioni che gravitano da decenni attorno al Museo di Scienze Naturali di Brescia. Ogni mese le novità sono descritte nel programma “Arte e scienza online” e pubblicate su diverse pagine social. Per ricevere l’elenco dei documenti sonori disponibili scrivere a scienzapertuttinews@gmail.com


 ANTICIPAZIONI


Settembre 2022 (data da stabilire), ore 19, evento online
NOT ONLY STARS…IN INGLESE!

Il professor Kevin Milani (Paulucci Planetarium, Hibbing, Minnesota, USA) vi invita al consueto appuntamento mensile per fare esercizio di live listening in pillole. Diversi i temi oggetto della conversazione: fotografie bresciane e americane a confronto, i principali fenomeni celesti del mese e curiosità sulle parole inglesi, comprese quelle sempre più numerose che compaiono sui giornali italiani. Le immagini commentate degli incontri precedenti sono sempre disponibili su richiesta (info: osservatorio@serafinozani.it).

Quelle dell’incontro precedente erano sui temi seguenti: immagini del secolo scorso, come quella dedicata ad una celebre fontana bresciana o quella scattata tra le rocce gardesane attraversate da una strada funzionale al trasporto locale diventata celebre meta di interesse turistico. Le fotografie che invece arrivano dagli States riguardano una spettacolare grotta rivestita di ghiaccio e una delle riserve naturali del Lake Superior, il Jay Cooke State Park. Gli incontri con il prof. Milani non trascurano gli immensi scenari naturali presenti in molti Stati americani. Per partecipare agli incontri mensili con il prof. Milani inviare nome, cognome e la propria e-mail a osservatorio@serafinozani.it

https://www.facebook.com/AssociazioneAmiciDeiParchiEdelleRiserveNaturali/photos/a.775706149176019/5417350441678210

Progetti per le scuole:

https://www.facebook.com/itisberetta/photos/a.1602305436655725/3278620532357532/


7 settembre 2022, ore 21, evento online

GRUPPO DI LETTURA “LIBRI AL MUSEO”

“Augustus” di Edward John William

Il gruppo di lettura “Libri al Museo”, invita lettori e non a partecipare al prossimo appuntamento che avrà luogo online il 7 settembre. Sarà dedicato al libro “Augustus” di Edward John William.  Quello successivo (data da stabilire) sarà “Gita al faro” di Virginia Woolf.

Per partecipare all’incontro inviare nome, cognome ed e-mail a: scienzapertuttinews@gmail.com

https://www.facebook.com/photo?fbid=4162407357114627&set=gm.3846426748788002

http://www.parchibresciani.it/progetto-stars/

http://www.tesorivicini.it/gruppo-lettura-libri-al-museo/


AGOSTO 2022 – TUTTE LE NOVITA’ CHE VERRANNO PUBBLICATE ONLINE QUESTO MESE

Info: scienzapertuttinews@gmail.com


CENTENARIO DELLA NASCITA DI MARGHERITA HACK
DA GENOVA AL VITTORIALE: BACI IN DONO E PREMI

Continua la raccolta dei ricordi e delle testimonianze sull’astronoma Margherita Hack della quale quest’anno ricorre il centenario della nascita. Il mese scorso abbiamo raccontato un paio di incontri tra l’astronomo Massimo Della Valle e la prof.ssa Hack e segnalato lo spettacolo “La bicicletta di Margherita”, che da quest’anno è inserito tra le letture recitate che Claudio Bontempi propone alle scuole e agli enti culturali di ogni genere. Le novità di questo mese arrivano invece da Genova e dal Vittoriale. Walter Riva (Planetario e Osservatorio Righi di Genova) ha pubblicato un articolo nel quale ha riportato alla luce il suo incontro particolare con l’astronoma. Era stata invitata a Genova per condurre una conferenza, ma all’appuntamento in stazione non si presentò. Per Walter Riva le ore seguenti furono momenti di apprensione, perchè della Hack non c’era traccia. Nel pomeriggio ci sarebbero state centinaia di persone che si erano prenotate per uno dei principali appuntamenti del Festival della Scienza.
Dove era sparita? Solo più tardi venne a scoprire che era stata invitata da una classe di scuola Primaria per una lezione mattutina in aula. Poi finalmente l’astronoma si presentò per la conferenza pubblica del pomeriggio, molto affollata come sempre. Al termine l’organizzatore si avvicinò all’astronoma raccontandole come fosse rimasto in pensiero tutto il giorno. Così, per farsi perdonare, l’astronoma accolse la richiesta di un bacio sulla guancia. E’ certamente il ricordo più particolare che ci è stato segnalato fino ad ora.

Terminiamo con una notizia diffusa il mese scorso. A Giordano Bruno Guerri, storico, saggista e giornalista, noto studioso del XX secolo italiano, nonché presidente del Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, è stato aggiudicato il Premio Margherita Hack alla carriera. Bruno Guerri sarà anche nominato membro del comitato scientifico del premio.

Per conoscere altre iniziative collegate alla ricorrenza scrivere a: osservatorio@serafinozani.it


 MUSEONOTIZIE ESTATE 1992

DALLA TARDA PRIMAVERA ALL’INIZIO DELL’ESTATE, DALLE PIANTE AI FUNGHI, COME TRENT’ANNI FA

Le lezioni sulle piante e quelle sui funghi fanno parte di una tradizione che si rinnova da decenni. Le prime si svolgono ogni anno in tarda primavera, come è accaduto nei mesi scorsi anche con il coinvolgimento di partecipanti di giovane età. Un risultato, quello ottenuto dall’Associazione Botanica Bresciana, che fa ben sperare sulle future ricerche e attività di studio che avranno come principale obiettivo il territorio bresciano. Invece il corso sui funghi si svolge tra settembre e ottobre a cura del Circolo micologico “Carini”. Questi attività che da molti lustri si svolgono a Brescia sono documentate nelle pagine di “Museonotizie”, un tempo pubblicato dal Museo di Scienze Naturali di Brescia. Lo spunto per parlare di questi corsi è stato preso dalla prima pagina del numero estivo di trent’anni fa del notiziario del Museo di via Ozanam.

https://www.facebook.com/scienzagiovanissimi/photos/gm.4293961300643178/1789357787919257/


NATURA IN VIAGGIO: VIAGGIO GEOLOGICO NELL’OVEST DEGLI STATI UNITI

I paesaggi e i parchi dell’ovest degli Stati Uniti sono famosi e unici. La visita di questi “monumenti” naturali così affascinanti si può trasformare in una occasione di interesse geologico. Quello che segue è un esempio di itinerario nel sud-ovest americano. Prende spunto dal programma di una gita di due settimane organizzata nel 2021 dalla Olivet Nazarene University, College of Arts & Sciences, Chemistry and Geosciences. Ecco quali sono state le principali destinazioni del viaggio: Rocky Mountain National Park (Colorado), Fossil Trace, Red Rocks, Dinosaur Ridge; Black Canyon del Parco Nazionale del Gunnison; Colorado Monument National Park; Parco Nazionale di Canyonlands e Parco Nazionale di Arches; Parco Nazionale del Bryce Canyon; Parco Nazionale di Zion; Parco Nazionale del Grand Canyon; Parco nazionale del “cratere del tramonto” (Sunset Crater); Meteor Crater; Parco Nazionale della Foresta Pietrificata; Monumento Nazionale El Malpais; Kasha-Katuwe; Parco nazionale delle grandi dune di sabbia (Great Sand Dunes)…

https://www.facebook.com/AssociazioneAmiciDeiParchiEdelleRiserveNaturali/photos/a.775706149176019/5419260864820501


OCCHIO ALLO SPAZIO 5: IL “MUSEO” DELLE SCULTURE PLANETARIE

Per visitare il “museo” delle sculture planetarie occorre aprire delle finestre particolari. Si tratta di sculture che si vedono solo dall’alto. Vi abbiamo fatto venire alla mente le celebri piste di Nazca? Migliaia di linee, centinaia di enormi disegni, che si visualizzano volando su un altopiano privo di vegetazione. In realtà non siamo in Perù, ma nel nostro continente. In questo caso le figure sono effimere, come quella in movimento che formava una grande lingua. Dalle Alpi si allungava verso il centro-nord dell’Italia….

OCCHIO ALLO SPAZIO: INDICE

https://www.facebook.com/photo/?fbid=5414842805204403&set=gm.1863692500488168


DALL’OROLOGIO DI PIAZZA LOGGIA ALLE CELEBRI VEDUTE NELLA CASA MUSEO

La coppia che da secoli scandisce i rintocchi dell’orologio ha due illustri parenti che svolgono lo stesso compito. Infatti sono stati dipinti innumerevoli volte nei quadri del passato. Ad esempio risaltano davanti alla sfondo del cielo azzurro in un quadro dove l’autore li ha rappresentati come due macchiette. Si tratta di uno dei tanti scorci dipinti dai vedutisti veneziani. L’opera è esposta nella Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani che merita più di una visita.

https://www.facebook.com/bresciaartescienza/photos/a.750841974971574/4356289544426781/

Nell’attesa di scoprirla vi invitiamo ad ascoltare la puntata n. 11 dell’audioguida dell’orologio di Piazza Loggia nella quale vengono segnalati diversi dipinti, compreso quello della Casa Museo. Per ricevere la registrazione scrivere a: osservatorio@serafinozani.it

Le puntate dell’audioguida che descrivono il quadrante di Piazza della Loggia sono state realizzate con la collaborazione del “temperatore” Mario Margotti. 


OSSERVATORIO SERAFINO ZANI: CONSIGLI PER I NEOFITI

Il mese di agosto è quello ideale per visitare l’Osservatorio Serafino Zani. Ecco i  suggerimenti destinati a coloro che non l’hanno mai visto. Prima di tutto è altamente consigliato l’uso della mascherina. Infatti gli spazi disponibili sono ridotti, soprattutto sotto la cupola dove si trovano le attrezzature più delicate. Per accedervi vanno rispettati i turni. Se il programma prevede una conversazione divulgativa, di solito alle ore 21, si raccomanda la puntualità. In quel caso le attività al telescopio iniziano al termine della conversazione. Durante le osservazioni, sia in cupola che all’aperto, non si deve fare uso di torce e cellulari, visto che l’illuminazione riduce l’adattamento al buio e arreca molto fastidio se si è abbagliati. Per essere informati sulle numerose attività gratuite promosse dall’Osservatorio inviare la propria e-mail a: osservatorio@serafinozani.it

https://www.facebook.com/photo/?fbid=5536300976391918&set=gm.5303932149682518


 PARCHI DA SFOGLIARE: BUS, BICI E BARRIERE SALVANO LE AREE PROTETTE

Ecco alcune delle “news” da sfogliare in tema di natura protetta. Sono comparse sulla stampa locale.

Parco Adamello – No park selvaggio. Ora ai sentieri si arriva con il bus (GdB 30-7-2022, pag. 23); Parco Oglio Nord – Nuovi roghi dolosi divorano una fetta di bosco (GdB 27-7-2022, pag. 15); Riserva delle Torbiere – Per gli ambientalisti la pista ciclabile va spostata all’esterno (GdB 21-7-2022, pag. 26); Riserva San Francesco – Piantumazioni e barriere contro l’erosione: così si salvano i canneti (GdB 21-7-2022, pag. 27); Finalmente il percorso centrale delle Torbiere riapre al pubblico (GdB 17-7-2022, pag. 17);

Vi invitiamo a collaborare alla rassegna stampa “Parchi da sfogliare”.

https://www.facebook.com/AssociazioneAmiciDeiParchiEdelleRiserveNaturali/photos/a.775706149176019/4046179025462032/


TUTTE LE LUNE DEI MUSEI

CELARE, CANCELLARE, OCCULTARE: DESTINI INCROCIATI, DAI BRONZI ALLE PAROLE …FINO ALLE STELLE!

E’ diventato celebre per le sue “cancellature” e per la prima volta le ha utilizzate nel cuore di Brixia. Chissà quante scritte avrà sottratto alla vista con le sue vistose righe che occultano i testi di ogni genere. Eppure i fiumi di parole che ha nascosto non possono competere con la più grande “cancellatrice” di tutti i tempi. Può celare oggetti di grandezza…astronomica!

https://www.facebook.com/photo/?fbid=5498925580129458&set=gm.5164665376964126


“TWO WEEKS IN ITALY”

UNA ATTRAENTE COPERTINA SUGLI SCAFFALI.

Abbiamo scoperto il medesimo libro sugli scaffali delle librerie di due case diverse. Non è certamente una rara coincidenza, ma in questo caso si tratta delle abitazioni di due vincitori della “Two weeks in Italy”, l’iniziativa che l’Osservatorio Serafino Zani organizza ogni anno dal 1995 coinvolgendo docenti e planetaristi americani. Questa piccola curiosità riguarda un volume che attira subito l’attenzione di chiunque. Perchè sulla copertina del libro è pubblicata una spettacolare fotografia…

https://www.facebook.com/photo/?fbid=5843009719051772&set=gm.1037750820437142


UNA RICORRENZA DA SVELARE – 2

DALLA MAPPA DEL CIELO DISEGNATA A MANO ALLE MISCELLANEE VERDI

Il mese scorso abbiamo iniziato a parlare del protagonista di un centenario che si celebrerà nel 2023. Non abbiamo ancora svelato il suo nome. Ci siamo limitati ad anticipare che era un docente ed un divulgatore. Circa quarant’anni fa si fece promotore della costruzione di un planetario nella nostra città. Sempre in quegli anni ebbe un incontro a Firenze con il prof. Vasco Ronchi…

Nell’attesa di saperne di più vi invitiamo a leggere la puntata precedente

UNA RICORRENZA DA SVELARE – 1

https://www.facebook.com/106045521870634/photos/a.118137650661421/179027084572477/


VOCI DALLE CUPOLE: INCONTRO CON ALESSANDRA ZANAZZI

L’eclisse totale di Sole visibile in Europa nel 1999, la magia del cielo durante la navigazione notturna in mare aperto,  il “pellegrinaggio” nel mitico “Exploratorium” di San Francisco, anticipatore dei “Science centers” diffusi in tutto il mondo, e l’esperienza  divulgativa con i bambini sudafricani condivisa con l’indimenticabile Lara Albanese. Ecco alcuni dei viaggi ricordati dall’astronoma Alessandra Zanazzi (Osservatorio di Arcetri)  durante l’intervista disponibile sulla pagina del sito di PLANit dedicata all’iniziativa “Voci dalle cupole”….

https://www.planetari.org/voci-dalle-cupole/


VOCI DALLE CUPOLE: ECCO LE NEWS


LE TELE DI TIZIANO E IL GLOBO FARNESE

Il complicato quadrante dell’orologio, uno strano misuratore del tempo  “a colonnetta” e la scala delle magnitudini accanto alla più celebre delle costellazioni. Ma cosa ci fanno questi strumenti nella galleria Petitot? Troppi dubbi? Avete ragione! Non li ha invece l’astronomo bresciano Massimo Della Valle che per diversi anni ha diretto il celebre Osservatorio di Capodimonte – Napoli, INAF….

Recentemente è stato insignito di un ambizioso riconoscimento. Lo scoprirete presto, nelle prossime news.

https://www.facebook.com/photo/?fbid=5521635517858464&set=gm.5289614947780905

Tra le interviste della serie “Voci dalle cupole” c’è anche quella a Massimo Della Valle

https://www.planetari.org/voci-dalle-cupole/


MONTAGNE “TELESCOPICHE”

L’esperienza sulla cima del Guglielmo è stata preziosa. E’ servita a migliorare la previsione. Siete capaci di riconoscere le montagne da una distanza “telescopica”? La prima volta Ivan Prandelli (Osservatorio Serafino Zani) ci ha provato dal monte Guglielmo. Da quella quota ha tentato di documentare con uno scatto la visione del Monviso. Il secondo tentativo è stato fatto con successo dal monte Sonclino. Nonostante la distanza (270 km) il risultato è stato perfetto. L’inconfondibile sagoma del monte Monviso si staglia davanti al disco del Sole…

Vi invitiamo ad ascoltare le interviste della serie “Voci dalle cupole”, come quella ad Ivan Prandelli, e le news, come quella sulle montagne “telescopiche”, che arrivano dai protagonisti di questi incontri con divulgatori e planetaristi.

https://www.facebook.com/bresciaartescienza/photos/a.750841974971574/4532553713467029


Il programma “Arte e scienza online” è redatto a cura di Loris Ramponi