< LA STANZA DELLE MERAVIGLIE. Mostre e musei per tutti n. 52 – Febbraio 2020 – ZaniHome

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE. Mostre e musei per tutti n. 52 – Febbraio 2020


Si ringrazia per la diffusione. Centro Studi e Ricerche Serafino Zani, info@serafinozani.it
Facebook: Mostre e Musei per tutti 

Sempre in viaggio nella storia dell’arte attraverso le esposizioni del momento e le stanze permanenti dei tesori vicini. Ad esempio scopriamo una creazione all’apparenza poco attraente. Eppure i contrassegni applicati sul verso testimoniano passaggi di proprietà che hanno attratto i collezionisti fino all’ultimo proprietario. Fa parte di una raccolta molto particolare, comprende una settantina di beni artistici diventati patrimonio di tutti. Prima erano in una illecita condizione che ormai appartiene al loro passato… info@serafinozani.it 

AUDIOTECA DELL’ARTE 

TRE QUARTI D’ORA AL MUSEO DEL NOVECENTO Dall’arte dei rumori futuristi a “Il quarto stato”, il ‘900 è un secolo breve ma pieno di cambiamenti. “Le trouble du philosophe” e “Il figliol prodigo” erano rispettivamente in viaggio o facevano da sfondo alle poesie recitate da un celebre attore. Perché le sorprese nei musei possono arrivare quando meno te le aspetti. L’assenza de “L’obelisco” e de “L’angelo ribelle” annunciavano la monografica sull’autore dei due quadri allestita al Guggenheim di Venezia. Le opere partono, altre escono allo scoperto, come la scultura in piombo di Francesco Somaini. 

DALLO STENDARDO AD ABSCONDITA Le opere d’arte ci svelano i loro segreti se le vediamo da una prospettiva completamente diversa. A volte sono in bella vista su tutti i lati, ma nella maggior parte dei casi solo gli storici dell’arte possono girarle e magari scoprire una curiosa lista della spesa. Ci sono occasioni speciali accessibili a tutti, quando le tavole sono nude, senza cornici, o quando gli artisti contemporanei rivolgono la loro attenzione al lato nascosto dei quadri. Anche le opere del passato possono diventare oggetto di una mostra assolutamente irriverente quando ci fanno scoprire il lato B dell’arte. 

Per ricevere le registrazioni di queste ed altre trasmissioni che vanno in onda su Radio Brescia Sette il sabato attorno alle ore 12.10 scrivere a: Centro Studi e Ricerche Serafino Zani, info@serafinozani.it 

ALCUNE MOSTRE DEL MOMENTO 

Fino al 2 febbraio 2020, Quando il Giappone scoprì l’Italia. Storie di incontri 1585- 1890, MUDEC, Milano. Ingresso gratuito. 

Fino al 2 febbraio 2020, Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone, MUDEC, Milano. 

Fino al 2 febbraio 2020, Richard Artschwager, Mart, Rovereto. 

Fino al 9 febbraio 2020, Emilio Vedova, Palazzo Reale, Milano. 

Fino al 16 febbraio 2020, Vittorio Corcos. L’avventura dello sguardo, Museo di Arti Decorative Accorsi – Ometto, Torino. 

Fino al 16 febbraio 2020, Hokusai, Hiroshige, Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia, Pinacoteca Agnelli, Torino. 

Fino al primo marzo 2020, Da Tiziano a Rubens. Capolavori da Anversa e da altre collezioni fiamminghe, Palazzo Ducale, Venezia. 

Fino al primo marzo 2020, Van Gogh, Monet, Degas. The Mellon collection of French art, The Virginia Museum of fine arts, Palazzo Zabarella, Padova. 

Fino al primo marzo 2020, Danzare la rivoluzione. Isadora Duncan e le arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia, Mart, Rovereto. 

Fino al primo marzo 2020, Guggenheim, La collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, Palazzo Reale, Milano (*). 

Fino al primo marzo 2020, Filippo de Pisis, Museo del Novecento (mostra non valida per l’ingresso gratuito con l’abbonamento musei) (*). 

Fino al primo marzo 2020, Intermedia. Archivio di nuova scrittura, Mart, Rovereto. 

Fino all’ 8 marzo 2020, Konrad Magi. La luce del nord, Palazzo Chiablese, Torino. 

Fino al 29 marzo 2020, Carlo Scarpa. Vetri e disegni 1925-1931, Museo di Castelvecchio, Sala Boggian, Verona. 

Fino al 5 aprile 2020, Il tempo di Giacometti, da Chagall a Kandinsky. Capolavori della Fondazione Maeght, Gran Guardia, Verona. 

Fino al 5 aprile 2020, Divisionismo. La rivoluzione della luce, Castello Visconteo Sforzesco, Novara. 

Fino al 13 aprile 2020, Ritratto di donna. Il sogno degli Anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi, Basilica Palladiana, Vicenza. 

Fino al 13 aprile 2020, Cavalli, costumi e dimore. La riscoperta della “Fiera di Saluzzo” (sec. XVII) di Carlo Pittara, Galleria Arte Moderna, Torino. 

Fino al 4 maggio 2020, Andrea Mantegna. Rivivere l’antico, costruire il moderno, Palazzo Madama, Torino. 

Fino al 24 maggio 2020, Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna, Museo Civico Archeologico, Bologna. 

Fino al 7 giugno 2020, Divina creatura. Donne nell’arte da Tiziano a Boldini, Palazzo Martinengo, Brescia (dal 18 gennaio). 

Fino al 7 giugno 2020, George de La Tour. L’Europa e la luce, Palazzo Reale, Milano (dal 7 febbraio) (*). 

Fino al 28 giugno 2020, L’Egitto di Belzoni. Un gigante nella terra delle piramidi, Centro culturale Altinate, San Gaetano, Padova. 

(*)Ingresso scontato per i possessori dellabbonamento musei della Lombardia. 

MOSTRE ACCESSIBILI CON L’ABBONAMENTO MUSEI DELLA LOMBARDIA 

Fino al 9 febbraio 2020, Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell’arte giapponese, Scuderie del Castello Visconteo, Pavia. 

Fino al 10 febbraio 2020, Intorno a Leonardo: la Madonna Litta e la bottega del maestro, Museo Poldi Pezzoli, Milano. 

Fino al 23 febbraio 2020, Il Duomo al tempo di Leonardo, Museo del Duomo, Milano. 

Fino al 24 febbraio 2020, PTM/Andata e Ritorno, La Pinacoteca Tosio Martinengo accoglie Giovanni Franceschetti, Carolina Lera Brozzoni in veste di Flora, Brescia. 

Fino all’1 marzo 2020, Zehra Dogan. Avremo anche giorni migliori. Opere dalle carceri turche, Museo di Santa Giulia, Brescia. 

Fino all’1 marzo 2020, Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altre storie, Pinacoteca Ala Ponzone, Cremona. 

Fino al 15 marzo 2020, Canova. I volti ideali, Galleria di Arte Moderna, Milano. 

Fino al 15 marzo 2020, Canova / Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna, Gallerie d’Italia, Milano. 

Fino al 22 marzo 2020, PTM/Andata e Ritorno, La Pinacoteca Tosio Martinengo accoglie Andrea Appiani, Disegni, Brescia. 

Fino a marzo 2020, Una scrittura allo specchio. I segreti della “sinistra mano” di Leonardo, Castello Sforzesco, Sala del Tesoro, Milano. 

Fino al 17 maggio 2020, Tiziano e Caravaggio in Peterzano, Accademia Carrara, Bergamo (dal 6 febbraio). 

EFFETTO GIOCONDA Domenica 16 febbraio, ore 17.30, via Resolino 4, Mompiano, Brescia, EFFETTO GIOCONDA: MOSTRE E MUSEI PER TUTTI, un modo originale per conoscere i tesori vicini e le mostre d’arte del momento. La partecipazione è gratuita. Gli incontri, con cadenza mensile, hanno contenuti ogni volta diversi. Prenotazione consigliata: 3485648190. 

SEDI GRATUITE Prima domenica del mese: Mart di Rovereto, Museo Ala Ponzone e Museo Archeologico di Cremona. Prima domenica del mese (da ottobre a maggio), Musei civici di Verona, ingresso solo 1 euro. Museo di Scienze Naturali di Brescia e Museo delle Costellazioni (Osservatorio Serafino Zani e Planetario) di Lumezzane, ingresso gratuito a tutte le attività. MUSEI PER TUTTI: visitate i musei della Lombardia, con l’abbonamento potete accedere ad oltre 150 sedi espositive come, ad esempio, la Pinacoteca di Brera a Milano. Altri musei accessibili con l’abbonamento: Museo di Santa Giulia, Capitolium, Pinacoteca Tosio-Martinengo, Museo delle Armi di Brescia, Mu.Sa, Museo di Salò; Museo Lechi di Montichiari. Altri musei bresciani: Museo Diocesano, Brescia; Palazzo Tosio, Brescia (www.ateneo.brescia.it); Collezione Paolo VI – Arte contemporanea, Concesio; Martes, Museo d’arte Sorlini, Calvagese della Riviera. 

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK AMICI ABBONAMENTO MUSEI DELLA LOMBARDIA E “MOSTRE E MUSEI PER TUTTI”

L’abbonamento si può sottoscrivere nei principali musei, ad esempio al Museo di Santa Giulia di Brescia dalle ore 10 alle 16, escluso lunedì, giorno di chiusura. 

Altri siti suggeriti:
www.tesorivicini.it/itinerari-mostre-da-ascoltare/
www.museogiovanissimi.it
www.scienzagiovanissimi.it/musei
www.parchibresciani.it/musei
www.museodellecostellazioni.it 

La circolare “Mostre e musei per tutti” è redatta a cura di Loris Ramponi.